Attività Legate alla ricerca ed alla sperimentazione in campo Europeo

La trasformazione digitale ha effetti su tutti i settori dell’economia e trasforma il nostro modo di vivere, lavorare e comunicare. Come i nostri trasporti, le infrastrutture industriali, l’istruzione e i servizi pubblici di alta qualità hanno garantito la prosperità dell’Europa in passato, così gli investimenti nelle capacità e nelle infrastrutture digitali strategiche, il miglioramento delle competenze e la modernizzazione dell’interazione tra i governi e i cittadini saranno alla base della nostra prosperità futura. 

L’attuale quadro per gli investimenti dell’UE comprende aspetti importanti di questi pilastri, in particolare la ricerca e l’innovazione . È il caso dei settori chiave che saranno alla base della trasformazione digitale dell’economia e della società nei prossimi anni, ossia il calcolo avanzato e la gestione dei dati, la cibersicurezza e l’intelligenza artificiale. Gli investimenti finalizzati all’acquisizione delle capacità più avanzate in questi settori, la garanzia del loro impiego ottimale in modo interoperabile a livello dell’UE e l’acquisizione delle competenze necessarie per svilupparle e utilizzarle apporteranno un fondamentale stimolo alla trasformazione digitale dei nostri settori di interesse pubblico e della nostra industria. 

L’Europa è anche la sede di una comunità di ricerca leader a livello mondiale nel campo dell’intelligenza artificiale e ospita piccole imprese che forniscono competenze in materia; il mercato europeo dell’intelligenza artificiale è tuttavia sottosviluppato rispetto a quello degli USA, dove le capacità disponibili segnatamente nel settore dei dati creano le condizioni per un’innovazione su vasta scala. 

La strategia per il mercato unico digitale ha creato un quadro solido cui adesso deve corrispondere un programma di investimenti altrettanto solido. Questa prospettiva è stata sostenuta al più alto livello politico e hanno individuato i pilastri principali di una forte economia digitale: cibersicurezza, intelligenza artificiale, un’infrastruttura di prim’ordine che comprenda il calcolo ad alte prestazioni, competenze digitali e la trasformazione digitale del settore pubblico. uno scenario che prevede il raddoppio degli investimenti nel settore digitale.

Il consorzio SCS attraverso i propri associati partecipa al nuovo programma volto ad accrescere e massimizzare i vantaggi della trasformazione digitale per tutti i cittadini, le pubbliche amministrazioni e le imprese europei (programma Europa digitale). 

Il programma Europa digitale è un elemento centrale dell’esauriente risposta della Commissione alla sfida della trasformazione digitale ed è compreso nella proposta sul quadro finanziario pluriennale (QFP) per il periodo 2021-2027. Il suo scopo è fornire uno strumento di spesa adattato ai requisiti operativi dello sviluppo di capacità nei settori individuati dal Consiglio europeo, nonché sfruttare le sinergie tra di essi. 

Sarà inoltre riservata particolare attenzione ai settori in cui la spesa pubblica produce il massimo effetto, in particolare migliorando l’efficienza e la qualità dei servizi nei settori di interesse pubblico come la sanità, la giustizia, la protezione dei consumatori e le pubbliche amministrazioni, nonché aiutando le piccole e medie imprese (PMI) ad adeguarsi al cambiamento digitale.

Una sfida che abbiamo accettato e che portiamo avanti in alcuni bandi nei programmi Horizon, Life, Chafea e Cyber insieme a consorzi universitari, università , aziende ed enti pubblici.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *