Sviluppo di progetti di immagine e di riposizionamento sul mercato

Dal brand positioning alla branding reputation, dall’idea al successo. Le società del consorzio si sforzano di costruire con te un percorso chiaro e vincente.

I concetti di branding e re-branding sono ormai entrati nel linguaggio comune degli addetti ai lavori, ovvero di chi, come le nostre aziende, si occupa a tempo pieno di promozione e sviluppo di progetti digitali. Il tema merita di essere approfondito tanto quanto la comunicazione, la pubblicità o i social media. Il branding riguarda infatti l’immagine di un marchio, la sua identità, ciò che lo descrive e rappresenta agli occhi del pubblico della rete (e non solo). Si tratta insomma di un argomento fondamentale per chiunque, dal più piccolo ecommerce al più grande portale di informazione. 
Il primo termine da conoscere è brand positioning, una formula che possiamo tradurre in modo abbastanza verosimile come “posizionamento del marchio”.

Cosa significa posizionare un marchio? Se il brand positioning è il processo di posizionamento di un marchio sul mercato, la brand identity corrisponde all’identità che questo stesso marchio assume agli occhi dei consumatori. Sviluppare l’identità del marchio costituisce un passaggio delicato ma fondamentale.

Ogni brand può seguire una strategia personale, utile per conseguire i risultati sperati. Ciò che funziona per un marchio non funziona per un altro, e ciò che funziona in un dato contesto potrebbe risultare inefficace se cambia lo scenario. La branding strategy più veritiera appare di conseguenza come l’insieme di strategie promozionali a cui fa ricorso un marchio nel corso di un determinato intervallo temporale.

L’analisi accurata del target e delle numerose variabili in gioco è una premessa essenziale per
realizzare la propria strategia di brand. Se eliminiamo la componente visual, rinunciamo in partenza a una delle basi fondanti della nostra identità. Dal sito web alle lettere intestate, deve essere coordinato e
presentato con la stessa veste grafica, gli stessi colori, lo stesso font e così via.

Se il branding design abbraccia più aspetti di grafica e di immagine, il branding logo comprende invece i due pilastri che rappresentano un marchio, il payoff da una parte e il logo istituzionale dall’altra. Questi due pilastri vanno spesso di pari passo perché compaiono insieme ovunque ce ne sia bisogno, a cominciare dal sito web per finire con il packaging del prodotto.

Un brand non va solo pensato, creato e promosso: un brand va anche difeso. Ecco perché la registrazione del marchio a livello nazionale e internazionale, l’acquisto dei nomi a dominio legati al brand e altre azioni di branding reputation vanno tenute in debita considerazione anche dal più piccolo degli ecommerce.

Le aziende del consorzio SCS ti aiutano in tutto questo e ti affiancano ogni giorno nel tuo lavoro.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *